blank
blank
Rame Episodio 26

Fallire mi ha insegnato a usare i soldi per proteggermi

19 minuti

Montserrat Fernandez Blanco cresce a Barcellona in una grande casa a cui, man mano che si allarga la famiglia, il nonno muratore aggiunge un piano. Vive un infanzia felice, ricca di stimoli, calore, vicinanza. Da un parte, il nonno materno che la spinge a studiare e a seguire le sue passioni. Dall’altra suo padre, che lavora in banca e cerca di trasmetterle l’importanza di una buona gestione dei soldi per essere veramente libera. Montserrat sceglie gli insegnamenti del nonno e respinge ogni pensiero finanziario volto alla programmazione o alla protezione. Quando scopre in sé la vocazione imprenditoriale, lascia il posto fisso e investe tutti i suoi risparmi in una startup. Non sapeva che ci sarebbero voluti anni prima che la sua azienda sarebbe stata in grado di garantirle uno stipendio, così Montserrat si ritrova presto senza soldi e senza paracadute, a cercarsi lavoretti nei weekend, e ad elaborare in solitudine un fallimento che le appare come un giudizio implacabile sulla sua persona. Scopre così che il fallimento nella nostra società è un tabù. Per romperlo, lancia le Fuckup Night, serate in cui le persone raccontano e celebrano i loro fallimenti. Il successo di questi eventi svela a Montserrat la forza dirompente che si sprigiona quando si lavora sui tabù. Decide così, assieme a tre soci, di fondare una nuova azienda e di lavorare su un altro tabù che ha avuto grandi conseguenze sulla sua vita, quello dei soldi. È così che nasce Rame. «Non era necessario scegliere tra gli insegnamenti di mio nonno e quelli di mio padre. Possono coesistere e sto cercando di sintetizzarli in me in questa nuova avventura imprenditoriale, che sto affrontando con lo stesso coraggio, ma anche con la consapevolezza di avere protetto i miei risparmi e di conoscere il rischio che sto correndo».